La terra è in pericolo - Ashtar Sheran
  • La terra è in pericolo - Ashtar Sheran

La terra è in pericolo - Ashtar Sheran

6,00 €
Tasse incluse

Noi sappiamo che i nostri messaggi non godono di una diffusione mondiale, come ad esempio la vostra Bibbia; ma la verità ha avuto sempre una grande difficoltà ad affermarsi su questo pianeta.“

Ashtar Sheran: comandante in capo della flotta spaziale extraplanetaria

Libro 56 pagine

Quantità
Disponibile

 

Pagamenti sicuri con PayPal e carte di credito.

Ashtar: „Pace su tutte le frontiere! Qui parla il vostro amico Ashtar Sheran. Noi sappiamo che i nostri messaggi non godono di una diffusione mondiale, come ad esempio la vostra Bibbia; ma la verità ha avuto sempre una grande difficoltà ad affermarsi su questo pianeta.“ Menetekel: „Tu ci saluti da amico. Però, molti capi di questa Terra vi considerano nemici. L’amico sta quindi di fronte al nemico.“ Ashtar: „Noi sappiamo che questa Terra è tremenda, una Terra terribilis.

Questa è la vera ragione per cui ci interessiamo di voi. La vostra arretratezza spirituale non si armonizza con il vostro sviluppo tecnico e scientifico, ed in questo consiste il tremendo pericolo per tutti voi, ed anche per una parte dell’universo. Noi avremmo ogni ragione di considerarvi come nemici, ma questo non ci è permesso dalla nostra evoluzione. Noi rispettiamo e veneriamo il Creatore di ogni essere, siamo mandati da Lui, e compiamo un servizio, che Egli stesso non può eseguire. Noi siamo quindi, per così dire, il lungo braccio di Dio.” Menetekel: „Quasi tutti gli esperti di ufologia dei vari governi rifuggono la parola Dio, e rifiutano il termine “missione”. Essi vi considerano solo come astronauti di un’altra stella. La vostra altissima tecnica ci lascia perplessi.

Perché non atterrate in modo tale che il mondo intero possa convincersi della vostra esistenza extraterrestre?” Ashtar: „Ciò dipende dai pericoli ai quali ci dovremmo esporre. La vostra ostilità e la vostra tecnica di guerra rendono impossibile ogni diretto contatto con le persone che più ci interesserebbe incontrare. Alcuni millenni fa non era così. A quei tempi non avevamo da temere nulla da parte dei terrestri. I nostri antenati, che a dire il vero erano nostre precedenti incarnazioni, furono considerati e rispettati come Dei, benché non lo fossero. Sul Monte Sinai potè atterrare una grande nave madre. Oggi è tutto diverso. Un tale atterraggio provocherebbe un panico mondiale, e questo non vi sarebbe di alcuna utilità.”

ASITAVOL_10
299 Articoli
Nuovo prodotto

Potrebbe anche piacerti